Search

Schwalbe racconta la “lunga attesa” di Ingo Ruhland

31.12.2022
3 min
Salva

Come fosse una bella favola di Natale, Schwalbe ha raccontato nei giorni scorsi la storia incredibile di Ingo Ruhland che per 23 anni ha raccolto pneumatici nello scantinato posizionato sotto il suo omonimo negozio di biciclette a Fresing, in Germania. Ruhland ha fatto tutto questo con la speranza che gli pneumatici usati potessero un giorno essere riciclati anziché inceneriti. Il momento da lui tanto atteso alla fine è arrivato grazie all’innovativo sistema sviluppato recentemente da Schwalbe per riciclare pneumatici usati di tutte le marche, senza generare scarti. 

Questi gli pneumatici raccolti da Ruhland in 23 anni
Questi gli pneumatici raccolti da Ruhland in 23 anni

Una lunga attesa

E’ lo stesso Ingo Ruhland a raccontare la sua attesa durata oltre vent’anni. «Ho sempre sperato che un giorno – esordisce Ruhand – qualche azienda del settore degli pneumatici riuscisse ad offrire un vero e proprio sistema di riciclo. Ora questo è possibile. Un grande ringraziamento va fatto a Schwalbe».

Quando Ruhand ha saputo della presentazione ufficiale da parte di Schwalbe del progetto per il riciclo degli pneumatici non poteva essere più felice: «Mi sono rallegrato – prosegue Ruhand – perché questa era esattamente la notizia che aspettavo da ben 23 anni». 

Ruhland è un ciclista convinto e vede in questo sistema un esempio lampante di sostenibilità tanto da affermare: «Gli pneumatici non sono rifiuti, ma materiali riciclabili. Dovremmo preoccuparci maggiormente in tutti i settori di riciclare questi materiali invece di estrarre sempre nuove materie prime». Ora il seminterrato del suo negozio di Freising è vuoto o, come dice Ruhland: «E’ finalmente pulito». 

Gli pneumatici usati che si accumuleranno in futuro presso il negozio finiranno direttamente nel contenitore di riciclo del sistema di Schwalbe e saranno ritirati regolarmente. 

Schwalbe li ha prelevati e finalmente verranno riciclati
Schwalbe li ha prelevati e finalmente verranno riciclati

Numeri sorprendenti

Il nuovo progetto di riciclo pneumatici realizzato da Schwalbe al momento ha riguardato solo la Germania, raccogliendo da subito l’interesse della televisione e più in generale della stampa tedesca. Attualmente hanno già aderito 1.300 rivenditori e sono stati raccolti per essere riciclati ben 400.000 pneumatici.

Le aziende coinvolte. 

Il sistema di riciclo messo in atto da Schwalbe prevede il coinvolgimento di altre aziende. Qualche settimana fa, una delegazione di Schwalbe ha visitato il fornitore di servizi logistici Emons e l’azienda di riciclo Pyrum Innovations. Quest’ultima gestisce l’unico impianto di pirolisi di pneumatico al mondo attivo 365 giorni l’anno. Dalla visita è emerso chiaramente quanto la partnership sia importante per il funzionamento del sistema di riciclo di Schwalbe. 

Emons ritira i contenitori di riciclo pieni di pneumatici usati presso tutti i rivenditori che hanno aderito al progetto. Gli pneumatici usati vengono stoccati in contenitori e consegnati regolarmente alla sede di Pyrum Innovations di Dilligen in Germania. Emons è anche responsabile della raccolta delle camere d’aria usate.

Gli pneumatici raccolti da Schwalbe con il progetto di riciclo sono ben 400.000
Gli pneumatici raccolti da Schwalbe con il progetto di riciclo sono ben 400.000

 Nello stabilimento di Pyrum Innovations, oltre agli pneumatici per biciclette, sono accumulati soprattutto pneumatici usati di auto e camion. Il sito di Dillingen sta crescendo rapidamente. Un nuovo edificio triplicherà la capacità di lavorazione entro la metà del 2023. Oltre alla frantumazione, si svolgerà anche il processo di riciclo completo. 

Il nuovo processo di riciclo messo in atto da Schwalbe rappresenta un salto di qualità nella consapevolezza ambientale e nella responsabilità ecologica. Finora, gli pneumatici usati venivano inceneriti, le materie prime andavano perse e veniva rilasciata CO2 dannosa per il clima. Ora si possono produrre nuovi pneumatici a partire da quelli usati.

Schwalbe