Search
Basilico 2021

L’europea Basilico, pistard dall’inizio alla fine

28.08.2021
4 min
Salva

Parlando con Valentina Basilico, si ha la sensazione di trovarsi di fronte a una vera pistard, come ce n’erano una volta. Da che cosa lo si evince? Dal diverso peso che la 18enne di Cabiate (LC), tesserata per il Racconigi Cycling Team, dà all’attività nei velodromi e a quella su strada, dove pure è stata campionessa italiana allieve. La pista è il suo grande amore, quello che le riserva le maggiori emozioni, mentre quando parla della strada, ammettendo di dover ancora imparare tanto, dà come la sensazione di affrontare una materia scolastica di quelle sopportate a fatica.

Valentina è una delle ragazze uscite dai Campionati Europei di categoria di Apeldoorn con una medaglia d’oro al collo, nello scratch dove pure è campionessa italiana junior: «Nella prima parte di gara abbiamo proceduto in maniera regolare – racconta la lombarda, studentessa al Liceo Scientifico con indirizzo sportivo a Cantù – tutto si è giocato negli ultimi due giri dov’ero rimasta un po’ chiusa, ho iniziato a rimontare e all’ultima curva ho superato la belga e la polacca».

Basilico Apeldoorn 2021
Il podio europeo junior dello scratch con la Basilico tra la belga Vanhove, seconda e la polacca Tracka, terza (foto Fci)
Basilico Apeldoorn 2021
Il podio europeo junior dello scratch con la Basilico tra la belga Vanhove, seconda e la polacca Tracka, terza (foto Fci)
Quando è nata questa tua passione per la bici?

Non poteva essere altrimenti, visto l’amore per le due ruote che ha mio padre, fra ciclismo e moto. A 6 anni ero già in sella e ho iniziato a gareggiare già nella categoria Giovanissimi e non ho più smesso. A casa sono felicissimi, un po’ meno quando prendo il motorino…

L’oro olandese non è stata la tua prima medaglia internazionale su pista…

No, lo scorso anno avevo vinto l’argento nella velocità a squadre e il bronzo nella Madison insieme a Lara Crestanello e a dir la verità il bronzo sfuggito quest’anno per un solo punto insieme a Sara Fiorin, mi ha fatto veramente arrabbiare, ma esperienze simili ci stanno.

Qual è la specialità che prediligi?

La Madison sicuramente perché devi essere sempre a tutta, sia fisicamente che come concentrazione, ma la più divertente è l’eliminazione, si evolve in maniera sempre imprevedibile.

Basilico Crestanello 2020
Valentina insieme a Lara Crestanello: la coppia lombardo-veneta è stata bronzo europeo nel 2020
Basilico Crestanello 2020
Valentina insieme a Lara Crestanello: la coppia lombardo-veneta è stata bronzo europeo nel 2020
Sei anche un elemento fisso del quartetto dell’inseguimento…

Anche quella è una bellissima specialità, molto diversa. Io sono deputata al lancio, devo portare la squadra alla massima velocità nel minor tempo possibile, è un compito di grande responsabilità.

Che cosa ti è rimasto di quest’esperienza olandese?

Tantissimo, molto al di là delle sensazioni per la vittoria: era la mia prima grande manifestazione all’estero, perché lo scorso anno avevamo gareggiato in Italia, poi erano stati Europei all’aperto e non credevo che le gare cambiassero tanto in base all’ambientazione. Nel velodromo al chiuso è tutto più concentrato, si sta quasi stretti… E chissà come saranno le gare quando tornerà il pubblico senza limitazioni. Devo dire che è stato tutto bello, anche il cibo, un po’ diverso da quello solito nostro.

Basilico velocità 2020
L’atleta cabiatese ha una straordinaria duttilità su pista: qui è impegnata nella velocità a squadre
Basilico velocità 2020
L’atleta cabiatese ha una straordinaria duttilità su pista: qui è impegnata nella velocità a squadre
Passiamo alla strada: che tipo di ciclista sei?

Se devo dire la verità, non lo so. Chiaramente ho un buon spunto veloce e punto alle volate, ma non posso dire quali sono le mie caratteristiche perché mi devo ancora conoscere, ad esempio in montagna non sono proprio “piantata”…

Nel tuo futuro immediato ti vedi ciclista a tempo pieno?

Vorrei, ma come ho detto ne so ancora troppo poco per capirlo, inoltre non so se l’attività su pista da sola può garantire un futuro. Intanto faccio un passo per volta, penso ai Mondiali di categoria dove vorrei confermarmi.

C’è una corsa particolare nei tuoi sogni?

Sinceramente non saprei rispondere, non saprei dire quali gare possono essere adatte a me, è tutto un mondo che devo scoprire, piano piano. Un giorno vi risponderò…