Search

La nuova Trek Domane+ SLR, meno di 12 chili

13.10.2022
5 min
Salva

Dopo aver lanciato la nuova piattaforma Trek Domane, arriva anche la versione dotata di assistenza alla pedalata con suffisso +.

La nuova e-Bike Domane+ SLR è molto vicina alla bici tradizionale, per design e concept e adotta un inedito unità di supporto TQ. Il carbonio utilizzato per il frame-kit è l’OCLV800, il top di gamma.

Domane con il suffisso + (foto Trek-SNeedham)
Domane con il suffisso + (foto Trek-SNeedham)

Obiettivo leggerezza

La conferma che la leggerezza è ricercata anche in questa categoria di prodotti arriva anche da casa Trek. La nuova Domane+ SLR raggiunge un valore alla bilancia dichiarato di 11,8 chilogrammi (versione Domane+ SLR9). Oggi ci sono le tecnologie disponibili e c’è anche la richiesta, l’ambizione a la voglia di avere una e-road versatile e light.

E poi si tratta di una bicicletta che sfrutta la rinnovata piattaforma endurance del brand americano, che utilizza la geometria endurance e alcune soluzioni mutuate proprio dalla bicicletta tradizionale. Alcune di queste sono parte integrante del DNA Trek.

La zona centrale, davvero compatta e con il motore TQ (foto Trek-SNeedham)
La zona centrale, davvero compatta e con il motore TQ (foto Trek-SNeedham)

Power unit firmata TQ

E’ sviluppato dall’omonima azienda tedesca e fa parte della famiglia Harmonic Ping Ring. TQ non è una meteora e moda del momento, ma un’azienda che da anni sviluppa e produce unità elettriche, tra le più utilizzate su droni e rover. Si tratta di una unità elettrica compatta e leggera, silenziosa e con una buona autonomia, oltre ad avere ottimi margini di customizzazione.

La compattezza offre dei vantaggi anche per quello che concerne il fattore Q della zona centrale della bici (163 millimetri), molto vicina alle biciclette tradizionali. Le guarniture possono essere mono e/o con doppia corona.

La batteria, nascosta nella tubazione obliqua sviluppa 360watt/ora (50Nm di coppia) e come standard arriva a fornire il supporto fino a 95 chilometri (modalità eco). La distanza aumenta in caso di utilizzo del range extender (al posto del secondo porta-borraccia e con un peso dichiarato di 900 grammi). E’ previsto un display sulla tubazione orizzontale e dei pulsanti di controllo posizionati vicino agli shifters.

Non solo, perché c’è anche la nuova app Trek Central che permette di personalizzare le funzioni di base e di aumentare l’autonomia e le fasi di erogazione delle tre modalità di assistenza.

Frame-kit Trek Domane+ SLR

Come scritto in precedenza il telaio è full carbon e utilizza la fibra composita OCLV800, ha l’IsoSpeed posteriore e permette il passaggio di pneumatici fino a 40 millimetri di sezione (35 in caso di utilizzo dei parafanghi). Un pensiero ad un gravel leggero, in termini di viaggio e bikepacking non è peccato.

Inoltre, per gli amanti del peso, lo stesso telaio a parità di taglia è più leggero di 700 grammi.

La nuova Domane+ è una bicicletta votata all’endurance, la conferma arriva da alcune caratteristiche che collimano tra loro e dalla geometria: non è di matrice H1.5, quindi si differenzia dalla Madone e l’Emonda. La Domane+ non è compatibile con il manubrio integrato Bontrager RSL, ma adotta il nuovo stem RCS Pro che invece è compatibile con alcuni modelli tradizionali senza motore. La bicicletta è compatibile esclusivamente con le trasmissione base elettronica.

In questo caso la colorazione bianca con allestimento 9 Dura Ace (foto Trek-SNeedham)
In questo caso la colorazione bianca con allestimento 9 Dura Ace (foto Trek-SNeedham)

Gli allestimenti

Un modello, ovvero la Domane+ SLR, tre versioni, ovvero 6, 7 e 9, per sei allestimenti in totale. Le versioni 6 e 7 hanno in dotazione le ruote Bontrager Aeolus Pro 37 tubeless ready, con dei pesi dichiarati compresi tra i 12,60 e 12,20 chilogrammi. Tutte le versioni hanno in comune la guarnitura Praxis Carbon.

Tutte le nuove Domane+ hanno il seat-post KVF2 in carbonio e da 27,2 millimetri di diametro, oltre alla piega Pro IsoCore. Lo stem previsto è per tutte l’RCS Pro, sempre Bontrager con 7° di angolazione.

Le due 6 hanno: una ha la trasmissione Shimano 105 Di2 a 12v, l’altra il pacchetto Sram Rival eTap.

Le 7: anche in questo caso sono due, una con Shimano Ultegra Di2 e la seconda con Sram Force XPLR (monocorona anteriore).

Trek Domane+ SLR9: ne è prevista una con la trasmissione Shimano Dura Ace (doppio plateau davanti) e una eTap con lo Sram Red eTap XPLR, sempre con la mono davanti.

Le Trek Domane+ SLR9 montano le ruote Bontrager Aeolus RSL 37, leggerissime e sempre tubeless ready. In questo caso il peso è di 12,15 chilogrammi per la eTap, 11,75 per quella con trasmissione Shimano Dura-Ace 12v.

Trek