Search
Peter Sagan Giro 2020

Sagan e Aleotti, quali scelte tecniche per il 2021?

15.12.2020
3 min
Salva

In questi giorni i vari team stanno effettuando il primo raduno, Covid permettendo, per provare il materiale nuovo e prendere le misure ai nuovi arrivati. Abbiamo curiosato all’interno del Team Bora Hansgrohe per capire si ci sono novità per Sagan, Aleotti e compagni per il 2021.

Peter, nessun cambiamento

Per carpire come si sono approcciati alla nuova stagione i corridori della Bora Hansgrohe abbiamo parlato con i tecnici di Specialized, che rifornisce il team tedesco. Ovviamente la nostra attenzione è ricaduta su Peter Sagan. In che modo il campione slovacco si è presentato al primo raduno? In realtà ci è stato detto che per Sagan non ci sono novità tecniche e le misure della sua bicicletta sono rimaste le stesse del 2020.
La nostra curiosità ci ha portato a chiedere se Sagan ha qualche problema di posizionamento, visto la sua pedalata non proprio perfetta. In effetti è emerso che ha il bacino che tende a ruotare e per questo motivo si affida a dei chiropratici sparsi per l’europa che lo rimettono in sesto. Sempre per questo motivo, lo vediamo spesso fare esercizi di core stability.

Sagan è convinto che questo tipo di esercizi faccia la differenza e sia una delle sue armi vincenti in sella. Inoltre, la sua muscolatura possente e particolare, gli conferisce quella pedalata un po’ aperta che è ben visibile quando è in azione.

Peter Sagan ha una pedalata particolare per via della sua muscolatura
Peter Sagna ha una pedalata leggermente aperta per via della sua muscolatura possente

Le nuove scelte di Aleotti

Per capire come cambia l’approccio con il bike fitting abbiamo chiesto informazioni anche su Giovanni Aleotti di cui abbiamo parlato in un articolo precedente. Il neoprofessionista emiliano, che a 21 anni si troverà a dover gareggiare fra i grandi del ciclismo ha delle misure un po’ particolari. Da quanto ci è stato detto da Specialized, il ragazzo di Mirandola ha un busto lungo con un cavallo corto.

Giovanni Aleotti è pronto per la nuova stagione con la sua Tarmac
Giovanni Aleotti è pronto per la prima stagione tra i professionisti con la sua Tarmac

La sua misura di telaio ideale sarebbe un 53, ma siccome il marchio americano produce il 52 e il 54, c’è stato bisogno di fare una scelta fra queste due misure. Per ora è stata scelta la strada del telaio 54 e un attacco manubrio da 130 millimetri con un’angolazione di 6 gradi a scendere. In futuro si potrebbe pensare di fargli provare un telaio più compatto, taglia 52, ma con un attacco da 140 millimetri. Vedremo che scelta farà il giovane Aleotti.

La Specialized Tarmac SL 7 sarà la bici per il 2021
La Specialized Tarmac SL 7 sarà la bicicletta del Team Bora Hansgrohe per il 2021

Tutti sul Tarmac

Infine, abbiamo chiesto se Sagan preferisce usare il Venge o il Tarmac, ma da Specialized ci hanno comunicato che stanno puntando a far pedalare tutti con il Tarmac SL 7 in quanto è una bicicletta completa, aerodinamica e molto leggera. Proprio per questo motivo Specialized ha deciso che il Venge andrà a sparire, facendo una scelta che è un po’ in contro tendenza rispetto alle ultime tendenze di mercato.