Search
Ciabocco campionessa italiana 2021

Eleonora Ciabocco, ragazzina tricolore con la testa da grande

19.07.2021
4 min
Salva

Quando è nata, Eleonora Ciabocco aveva già il destino segnato. Terza figlia di una coppia appassionata di bici, con i fratelli più grandi (un maschio e una femmina) già indirizzati verso le gare, poteva lei essere esente dalla passione per le due ruote? La neocampionessa d’Italia junior, sulla bici ci è praticamente nata: a 5 anni andava alle corse per seguire i fratelli, a 6 ecco la prima bici da strada e subito dopo le primissime gare di categoria: «Le rotelle le ho utilizzate pochissimo, neanche me le ricordo…».

La bici così è diventata compagna quotidiana delle sue giornate, grazie anche alla varietà geografica della sua terra, le Marche: «Vivo in collina, a Corridonia, così da una parte c’è il mare, dall’altra le salite, posso variare quando voglio e questo forse ha influenzato anche il mio modo di essere ciclista».

In che senso?

Credo di essere una ciclista completa, che predilige sicuramente le salite, ma mi difendo bene in volata e anche sul passo me la cavo. Le cronometro mi piacciono molto, sono stata terza ai Campionati Italiani. E’ chiaro che ho tantissimo da imparare, l’importante è che mi diverto su ogni tipo di terreno.

Ciabocco darfo 2021
Eleonora Ciabocco emerge su ogni terreno: forte in salita, si è già distinta anche a cronometro
Ciabocco darfo 2021
Eleonora Ciabocco emerge su ogni terreno: forte in salita, si è già distinta anche a cronometro
Quanto ti alleni?

Non tantissimo, diciamo che nel corso della settimana è previsto 1/2 allenamenti impegnativi, gli altri sono più tranquilli. Negli ultimi mesi d’altronde lo studio in DAD mi ha aiutato molto, guadagnavo il tempo degli spostamenti in corriera per e dalla scuola, comunque conciliare ciclismo e studio non è mai stato un problema, ho la media del 9…

Che scuola frequenti?

L’Istituto Biologico Sanitario Matteo Ricci di Macerata. Vorrei un futuro nella struttura sanitaria, si è visto quanto sia importante.

C’è una corsa fra quelle delle elite che sogni più delle altre?

Una che mi piacerebbe davvero correre e magari vincere è la Strade Bianche perché ha lunghi pezzi di sterrato e per me che vengo dal ciclocross è davvero l’ideale.

Ciabocco 2021
Quello di Darfo è stato il terzo titolo italiano per Eleonora, già due volte tricolore nel ciclocross
Ciabocco 2021
Quello di Darfo è stato il terzo titolo italiano per Eleonora, già due volte tricolore nel ciclocross
Apriamo allora la parentesi dedicata ai prati: fai ancora ciclocross?

L’ho praticato fino al 2020, ma nell’ultimo inverno ho dovuto saltarlo. Vorrei riprendere perché è una specialità che mi diverte tantissimo e dove vado molto bene, anche più che su strada, tanto che ho già due titoli italiani in bacheca, vinti da Esordiente 2° anno e da Allieva 2° anno.

E con quello su strada sono 3…

Quello di Darfo Boario Terme proprio non me lo aspettavo, anche perché quest’anno non avevo ancora vinto ed è arrivata al termine di una gara dura, con tante fughe, ma sull’ultimo strappo mi sono messa davanti al gruppo, ho recuperato sulle due davanti e ho provato a fare la differenza, scollinando per prima e tuffandomi in discesa verso il traguardo. Il bello è che la giornata non era iniziata bene, con un problema meccanico al primo giro…

Ciabocco tricolori 2021
L’arrivo solitario della Ciabocco a Darfo Boario Terme (foto Fabrizio Ghirardi/Fci)
Ciabocco tricolori 2021
L’arrivo solitario della Ciabocco a Darfo Boario Terme (foto Fabrizio Ghirardi/Fci)
In società (la Ciclismo Insieme Team Di Federico) sono favorevoli a una tua doppia attività?

Non mi hanno mai ostacolato in nessuna decisione, d’altro canto penso che sia solo un problema di organizzazione, stabilendo in anticipo il calendario di ognuna delle quattro stagioni prevedendo i necessari periodi di riposo.

Nel tuo futuro vedi un impegno nel ciclismo che conta, quello professionistico, anche a scapito dello studio?

Mmmh… Anche in questo caso è questione di sapersi organizzare. Allo studio tengo tantissimo, ma so che si può portare avanti parallelamente alla carriera sportiva. Vedremo, io sono abituata ad andare avanti un passo alla volta, anzi una pedalata…