Search

La nuova Scott Solace eRide, due bici in una

23.12.2022
5 min
Salva

Scott lancia ufficialmente la sua nuova e-road, ovvero la Solace eRide. Si tratta di una piattaforma che prende forma dalla Addict Gravel, dotata di unità elettrica di supporto TQ e un telaio che permette di essere una sorta di camaleonte tra bicicletta road e gravel.

L’impatto estetico è quello che fa parte del DNA Scott, che vuole delle forme sostanziose e piene, ma al tempo stesso equilibrate e sempre attuali.

Tutta in carbonio

Il frame kit della Solace elettrica è in carbonio HMX e l’applicazione delle pelli di composito è specifica. Nella sezione alta del telaio la fibra ha l’obiettivo di fornire comfort e di distribuire le vibrazioni, spalmandole in modo da non influire negativamente sulla comodità e sul piacere di guida. Nella parte inferiore la bicicletta è dotata di una rigidità maggiore, proprio grazie all’orientamento della fibra.

Qui si devono contrastare le diverse forze in gioco, che in parte arrivano dalla pedalata, ma anche dal peso. Il peso? È necessario considerare che buona parte delle masse complessive della bicicletta sono verso la parte inferiore, anche per via del motore.

La porta che corrisponde anche al punto per la ricarica della batteria (@scott- Michael Caveny)
La porta che corrisponde anche al punto per la ricarica della batteria (@scott- Michael Caveny)

Le geometrie sono endurance

Un po’ Scott Solace e un po’ Scott Addict Gravel. Il risultato è un angolo anteriore aperto e un passaggio ruota ampio, anche per contestualizzarsi meglio all’interno del segmento e-gravel. Volendo fare un esempio tangibile e prendendo in considerazione la Solace eRide in taglia media, abbiamo un avantreno aperto a 71°, un piantone a 73,5°, con un reach di 38,7 centimetri. Taglia per taglia la eRide ha l’orizzontale più lungo di 1 centimetro, rispetto alla Addict Gravel.

Unità di supporto TQ

Diverse aziende che hanno rinnovato i concept legati alle piattaforme e-road e e-gravel hanno sviluppato i prodotti basandosi sull’elettronica del produttore tedesco. Nel caso della Scott si tratta del pacchetto TQ HPR50, molto silenzioso, particolarmente integrato e leggero, quasi immune da frizioni e attriti anche a motore spento.

La batteria (360Wh) è alloggiata nella tubazione obliqua, ma è possibile aggiungere il range extender tramite la batteria aggiuntiva che prende il posto della seconda borraccia. Il display dell’unità è integrato della tubazione orizzontale ed è configurabile con la app ( iOs, oppure Android). TQ è configurabile anche con i device, Garmin, Wahoo e Hammerhead.

Allestimenti e prezzi

Le Scott Solace eRide 10 e 20 hanno in dote il cockpit integrato Syncros Creston IC, bello da vedere e capace di offrire un’integrazione completa delle guaine. La predisposizione per i parafanghi è completa. Gli altri modelli con l’allestimento sono muniti del kit manubrio/stem separati.

Sono due le versioni eRide stradali, 10 e 20, rispettivamente ad un prezzo di 11.999 e 7.999 euro. La prima si basa sulla trasmissione Sram Red AXS con doppio plateau anteriore e ruote Zipp 303 Firecrest. La seconda ha il cambio Shimano Ultegra Di2 a 12 rapporti posteriori e la doppia corona davanti. Le ruote sono Syncros con cerchio in carbonio.

Passando invece alle versioni con allestimento gravel, sono 4 in totale (10 e 20, 30 e Contessa Gravel eRide). I prezzi sono: 9.999 e 7.599 euro, 5.999 euro per la 30 e la Contessa. Tutti gli allestimenti gravel sono accomunati dalla monocorona anteriore da 42 denti e dagli pneumatici con sezione da 50.