Search

e-Arcadex: la gravel elettrica di Bianchi presentata all’IBF

09.09.2022
4 min
Salva

L’Italian Bike Festival, partito oggi nel caldo sole del Misano World Circuit, è un incontro continuo di persone e di colori. Prodotti nuovi e particolari, bici delle varie forme e dimensioni che si incontrano sull’asfalto del circuito dedicato a Marco Simoncelli. Nel girare tra i vari stand incontriamo Leonardo Zeduri, marketing and communication specialist di Bianchi. Leonardo ci presenta la nuova e-gravel di casa Bianchi: la e-Arcadex, presentata giovedì 8 settembre, ed in questi giorni di fiera visibile in anteprima mondiale.

Una nuova frontiera

«E’ il nuovo riferimento dell’azienda per il settore e-gravel – ci racconta nel suo stand Leonardo – ed è un progetto che nasce direttamente dal modello muscolare Arcadex. Si tratta di una bici pensata per chi ha piacere di andare in bicicletta e di starci molte ore. Ha una geometria molto confortevole e ti permette di avere una buona performance per un buona durata di tempo, tanto sull’asfalto quando sul fuori strada. Una delle novità principali, è che noi di Bianchi abbiamo disegnato un passaggio ruota molto più largo rispetto al modello muscolare. Sulla e-Arcadex possono essere montati copertoni fino a 45 millimetri di larghezza. Una scelta votata anche al mondo del bikepacking e del cicloturismo». 

Dettagli tecnici

«Il motore è il Bosch Performance Line CX: 250 watt di motore ed una batteria da 500 watt all’ora, con autonomia stimata di 115 chilometri e capacità di ricaricarsi completamente in sole 4 ore. E’ possibile montare tutti i gruppi gravel possibili: da Campagnolo a Sram e Shimano».

«Un altro dettaglio importante sulla e-gravel – riprende – è che è stato montato per la prima volta un reggisella telescopico, con una sospensione integrata di 40 millimetri di assorbimento agli urti. In più il reggisella ha un’escursione di altri 80 millimetri. Si attiva con un pulsante che si trova nel lato sinistro del manubrio.

Due versioni e tre colori

I colori utilizzati per la nuova e-Arcadex sono tre: forest, glacial e desert, per richiamare ancora di più il contatto del gravel con la natura circostante. La seconda versione presente, oltre a quella gravel è la versione Tourer, altra novità proposta da Bianchi.

«Una bici dotata di una serie di luci all’anteriore ed una di posizione al posteriore, sono stati montati dei parafanghi perché come dice il nome è una bici pensata per la vita di tutti i giorni. Ha una capacità di carico di 15 chili, quindi molto utile in città e anche nei brevi spostamenti. La massima misura di copertoni utilizzabile è da 40 millimetri, proprio per la presenza dei parafanghi».

Bianchi