Search

Nasce il nuovo Campagnolo Super Record Wireless

30.05.2023
7 min
Salva

Con il Campagnolo Super Record Wireless nasce ufficialmente una nuova generazione di trasmissioni a 12 velocità, che nonostante un’evoluzione davvero importante, tiene fede al design iconico e allo stile del marchio veneto.

Il Super Record Wireless non prevede alcun tipo di cablaggio. I due comandi hanno un’ergonomia rinnovata, per un controllo ulteriormente migliorato rispetto alla versione EPS che si riflette anche in un’azione frenante ancora più efficiente. I rapporti, anteriori e posteriori, vanno al di fuori dei normali standard, con l’obiettivo di offrire un feeling ottimale in ogni situazione. Sono state ridisegnate anche le pinze dei freni e i dischi adottano un sistema di controllo della temperatura.

Il led interno al comando che conferma la cambiata
Il led interno al comando che conferma la cambiata

La punta dell’iceberg

Il nuovo gruppo rappresenta il top di gamma in tutti i sensi, per ricerca e sviluppo, tecnologia e materiali, ma dà il via in modo ufficiale anche ad un processo di rinnovamento dell’azienda vicentina. La tecnologia wireless di ultima generazione verrà riportata in futuro anche su altri sistemi, con l’intento di rendere unica e distintiva ogni trasmissione Campagnolo a prescindere dalla categoria. Prima di entrare nel dettaglio del nuovo Super Record Wireless abbiamo fatto alcune domande ad Alessandro Pace, Product Manager di Campagnolo.

La famiglia Campagnolo EPS ed i gruppi meccanici rimarranno a catalogo?

Per un periodo di tempo sì, ma il focus dell’azienda per il futuro è quello di far crescere la famiglia Wireless. E’ pur vero, come è abitudine di Campagnolo, che i pezzi di ricambio per le trasmissioni EPS e meccaniche, saranno disponibili per un lungo tempo.

I pignoni con il solito blocco ed i pignoni più piccoli singoli
I pignoni con il solito blocco ed i pignoni più piccoli singoli
C’è una compatibilità tra il nuovo Wireless ed il precedente EPS?

Tecnicamente sì, alcuni componenti della generazione precedente sono perfettamente compatibili con i nuovi sistemi, ad esempio la catena ed i pignoni. Però non vogliamo promuovere e non consigliamo di mixare i componenti. Il Super Record Wireless è stato pensato e sviluppato per offrire un’esperienza rinnovata ed evoluta rispetto al passato e, per esprimere il 100 per cento delle sue performance, si deve interfacciare con i componenti della nuova generazione.

Ognuno dei due comandi usa una batteria?

Sì, è presente una batteria della serie CR2032: una per manettino.

Dove alloggia il “cervello” della trasmissione?

Il centro di controllo, quello che definiamo il cervello della trasmissione è contenuto nel cambio posteriore.

Quale è il valore alla bilancia?

Il valore di riferimento è di 2.520 grammi, gruppo completo, un numero che può variare di qualche grammo in base alle configurazioni.

La forma rinnovata delle pinze dei freni
La forma rinnovata delle pinze dei freni
L’impianto idraulico dei freni che tipo di olio utilizza?

Il nostro impianto idraulico usa dell’olio di tipo minerale, comunemente presente in commercio.

Una predisposizione per un power meter futuro?
Una predisposizione per un power meter futuro?
Si può parlare di power meter, oppure è prematuro?

Non è un segreto che Campagnolo ha attivato un processo di sviluppo anche in questa direzione. Il power meter è parte di un prossimo step.

Quale è il prezzo di listino del nuovo Campagnolo Super Record Wireless?

Sarà acquistabile a 5.200 euro.

I comandi

I comandi hanno un design tutto nuovo, evoluto sì, ma non completamente stravolto. Sono più ergonomici, hanno l’inserto ammortizzante in gomma modificato, per offrire un comfort di alto livello in diverse situazioni. Alle spalle della leva del freno, che è sempre in carbonio, si nascondono i due pulsanti deputati alla cambiata posteriore (lato destro), oppure alla deragliata anteriore (lato sinistro). Rispetto alla versione EPS, sul nuovo Campagnolo Wireless non esiste più la leva superiore ed interna al manettino. Inoltre è presente un led che fornisce costantemente un feedback chiaro sulla cambiata e sullo stato della batteria.

Deragliatore e cambio

Come vuole la tradizione Campagnolo, sono stati utilizzati i materiali più nobili, leggeri e plasmati in modo artigianale. Carbonio, titanio ed Ergal, il tutto per ottenere un peso estremamente ridotto, senza sacrificare l’efficienza. Il deragliatore ed il cambio posteriore integrano la batteria, che può essere rimossa in caso di necessità. La ricarica però può essere eseguita a batteria inserita, tramite una porta esterna e facilmente raggiungibile. La ricarica è rapida, perché in soli 45 minuti si raggiunge il 90 per centro di ricarica, in 60 minuti il 100. L’autonomia complessiva è dichiarata a 750 chilometri, considerando le variabili esterne e la gestione complessiva della trasmissione da parte dell’utilizzatore.

Inoltre entrambe le batterie presentano una sorta di scala a led per vedere in modo istantaneo l’autonomia. Ogni singolo componente elettronico adotta lo standard IP69K che si riferisce alla capacità di resistenza all’acqua. Questa certificazione garantisce un’elevata protezione contro getti ad una pressione elevata.

I nuovi rapporti

I rapporti possibili sono uno dei grandi cambiamenti. Partendo dal presupposto che il nuovo Campagnolo Super Record Wireless è una trasmissione 2×12, le combinazioni anteriori sono tre: 50-34, 48-32 e 45-29. Tre sono anche i nuovi pacchetti dei pignoni, tutti N3W: 10-25, 10-27 e 10-29, ognuno di questi ha il pignone più piccolo con 10 denti. L’architettura dei denti è stata rivista, in modo da rendere la cambiata sempre fluida.

La catena, rispetto alla versione precedente, ha aggiunto il pin che semplifica il montaggio, mentre la guarnitura è stata sviluppata tendendo fede al progetto Ultra-Torque. Le pedivelle sono in carbonio, mentre l’asse passante è in alluminio e comprende anche i cuscinetti. Il fattore Q è di 147,5 millimetri.

I dischi con pista frenante in acciaio
I dischi con pista frenante in acciaio

Nuovo impianto frenante

Sono state ridotte le forme delle pinze dell’impianto frenante, aumentando al tempo stesso l’efficacia ed il potere di dispersione del calore. In questo entrano in gioco anche i dischi, che sono in acciaio, sono ultraleggeri e separano in modo netto la porzione frenante dallo spider di supporto. Le due sezioni sono unite tra loro da una sorta di rivetto con uno spazio vuoto. Quest’ultimo influisce in modo positivo quando le temperature salgono in maniera esponenziale ed il metallo inevitabilmente si dilata. Anche nel corso di discese lunghissime e dopo pinzate altrettanto lunghe, le prestazioni di tutto l’impianto frenante rimangono eccellenti.

MyCampy 3.0, l’evoluzione della app Campagnolo
MyCampy 3.0, l’evoluzione della app Campagnolo

MyCampy app 3.0

Evolve la trasmissione e di pari pari passo evolve anche la app che permette di completare l’esperienza sulla bicicletta e dell’utilizzo della trasmissione wireless. Oltre ai diversi passaggi per la cutomizzazione del cambio, la app MyCampy 3.0 offre anche una serie di valutazioni della prestazione.

Campagnolo