Search

Sofia Goggia con Merida: storia di passione e valori comuni

04.11.2023
3 min
Salva

Sofia Goggia pedala con Merida. Per la fortissima sciatrice bergamasca allenarsi in bicicletta, meglio se su sterrato e magari tra i boschi, è diventato uno strumento fondamentale – fuori stagione – per ottimizzare i propri allenamenti estivi. Tra il ciclismo e lo sci, la Goggia ha individuato moltissime analogie: lavoro, fatica e disciplina. E per la propria bicicletta ha scelto il modello eONE-SIXTY 10K, l’e-bike più premiata di casa Merida.

Da oramai molto tempo, gli allenatori di sci alpino consigliano ai propri atleti l’utilizzo della Mtb, e questo in virtù delle numerosissime analogie tra le due discipline. Solo per citarne alcune: lo studio delle traiettorie e la gestione degli imprevisti, senza dimenticare l’attività aerobica che in momenti lontani dalle gare può giovare al benessere complessivo dell’atleta. E al fascino del ciclismo off-road non si è sottratta nemmeno Sofia Goggia, che da sempre ha un rapporto simbiotico con la Mtb. 

La e-bike è un ottimo allenamento durante il periodo estivo per Sofia Goggia (davidemorellophotography)
La e-bike è un ottimo allenamento durante il periodo estivo per Sofia Goggia (davidemorellophotography)

eONE-SIXTY 10K: una certezza

«Trovo moltissime affinità tra la bici sui sentieri e le piste da sci (ha dichiarato Sofia Goggia, ndr). Dalla costante lettura del terreno, alla capacità di gestire una difficoltà improvvisa, affinando la percezione delle linee e delle traiettorie. Per me la bici è davvero molto allenante, anche per coltivare l’abitudine alla velocità e alle curve, che d’estate, non avendo piste invernali, non si può mantenere. Ho rimesso in garage la mia nuova Mtb, che mi ha accompagnato per gran parte della scorsa estate. Una eONE-SIXTY 10K che ho condotto sui sentieri della bergamasca e che ho portato con me anche nell’ultimo ritiro a Cervinia.

«Una e-bike che consente di dosare gli sforzi rispetto a quella tradizionale, caratterizzata da ha una geometria ideale, tanto da renderla versatile sui sentieri, ma anche molto agile e divertente per l’enduro. Il mio svago preferito, ma è anche uno sfogo che mi regalo ogni tanto: una bella giornata in bici con gli amici. Quando esco in bici provo un senso di divertimento incredibile. Mi mancherà non poco nelle prossime settimane la mia bici Merida».

L’abbinamento tra Sofia Goggia e Merida continuerà fino alle prossime Olimpiadi Invernali a Cortina, nel 2026
L’abbinamento tra Sofia Goggia e Merida continuerà fino alle prossime Olimpiadi Invernali a Cortina, nel 2026

«Siamo estremamente felici – ha ribattuto Paolo Fornaciari, l’amministratore delegato di Merida Italy – di aver dato il benvenuto nella nostra famiglia a Sofia Goggia. Un’atleta top che siamo onorati di affiancare nel percorso verso le Olimpiadi di Milano Cortina 2026. Siamo certi del successo del nostro abbinamento, anche per la condivisione dei valori che abbiamo scoperto di avere in comune, come il volersi migliorare sempre e l’amore per la montagna. Il tutto condito con quel pizzico di divertimento che trasforma il lavoro in autentica passione».

Merida