Search

Eclipse, le nuove camere d’aria in poliuretano di Tannus

13.04.2023
5 min
Salva

Eclipse sono le camere d’aria in poliuretano e nascono da un’idea di Stefan Anton, che collabora e sviluppa la parte ingegneristica degli inserti Tannus.

Hanno un peso contenuto, ma sono robuste e concepite molto bene. Hanno una valvola che si può rimuovere, non solo nella sommità che è di tipo Presta. Inoltre, proprio l’innesto della valvola sulla camera non è vulcanizzato, un vantaggio notevole sotto diversi punti di vista. Le abbiamo provate.

La valvola con una serie di rinforzi
La valvola con una serie di rinforzi

Non sono tutte uguali

Le camere d’aria in poliuretano nascono prima di tutto per essere leggere, perché il loro peso è decisamente inferiore a quelle standard costruite in butile. Ma hanno delle peculiarità tecniche che influiscono in modo importante sulla resa tecnica e sulla durata del prodotto. Nell’era dei tubeless road, le camere d’aria in poliuretano sono molto più di una semplice alternativa.

Le Eclipse non sono un pezzo unico, presentando infatti una “saldatura” nel tubo. Il punto di innesto della valvola è rinforzato (ma non vulcanizzato), perché ha una sorta di ghiera metallica e un riporto di materiale che protegge tutto il comparto. Nell’insieme è un fattore importante, che identifica la qualità (alta) complessiva di questa camera d’aria e la porta a un gradino superiore rispetto a molti concorrenti della categoria.

Il valore alla bilancia è nelle media della categoria (abbiamo provato la versione con una larghezza media, compresa tra i 28 e 35 millimetri, ma con una valvola da 70). Il prezzo di listino è di 24,90 euro, non è poco, ma anche in questo caso è allineato con altri prodotti simili.

I vantaggi e gli svantaggi

Ovviamente il primo vantaggio è legato al peso, perché una camera d’aria in TPU Eclipse è decisamente più leggera, se confrontata con una ultralight in butile. Al pari della leggerezza c’è anche una migliore resistenza al rotolamento. Nel caso di una camera Eclipse, abbinata ad un copertoncino, il risultato è simile (di poco inferiore in fatto di efficienza) a quello che si ottiene con un tubeless. Diverse ricerche di Byciclerollingresistence lo dimostrano, ma simile non significa uguale o migliore.

La struttura delle camere d’aria in poliuretano è molto compatta, al tempo stesso mantiene una buona elasticità e rispetto al butile non si lacera in caso di foratura. L’eventuale foro non si dilata e questo fattore si traduce in un vantaggio enorme per una perdita di pressione che raramente è troppo rapida. Le Eclipse in particolare hanno un’eccellente tenuta della pressione, nessuna perdita. Una camera d’aria in butile perde la pressione immediatamente. Una camera d’aria in poliuretano è riciclabile ed occupa meno della metà dello spazio rispetto ad una in butile.

Gli svantaggi sono legati ad un prezzo elevato del prodotto e a costi elevati di produzione, anche per via delle tecnologie utilizzate. Le camere d’aria in poliuretano possono essere riparate, ma utilizzando pezze apposite e metodi diversi per l’applicazione di queste ultime. E’ obbligatorio prestare attenzione nelle fasi di montaggio e tallonatura, come ad esempio utilizzare il vecchio trucco del sapone per farla scivolare all’interno dello pneumatico. Le camere Eclipse non sono compatibili con i liquidi anti-foratura.

I nostri feedback

Al tatto, una Eclipse e più in genere una camera d’aria in TPU non è porosa, è liscia e non ha bisogno di un minimo d’aria al suo interno per il primo gonfiaggio. Ma esige attenzione, perché pizzicare è un attimo e buttare via quasi 30 euro non è una cosa piacevole. Una goccio di sapone/acqua, una soluzione (non un solvente) che fa scivolare la camera d’aria è un vecchio trucco sempre valido, aiuta e non è invasivo.

Una delle caratteristiche principali delle camere d’aria in poliuretano, rispetto ad una in butile di pari categoria, è la possibilità di far scendere leggermente le pressioni di esercizio e sfruttare al tempo stesso uno pneumatico che appare sempre sostenuto. Con le Eclipse questo fattore viene ulteriormente amplificato, perché sostengono parecchio la gomma, al pari di un “effetto rebound” che è decisamente inferiore a parità di gonfiaggio. Una precisazione: la forma dello pneumatico non viene modificata. Non siamo a livello delle pressioni che si usano con le gomme tubeless di pari sezione, ma poter sfruttare delle bar leggermente inferiori, con uno copertoncino che non si deforma non è cosa da poco, anche in considerazione della qualità media (pessima) dei nostri asfalti.

In fatto di utilizzo e messa su strada, a prescindere dalla categoria di pneumatico adottato, la combinazione con una camera Eclipse offre sempre una certa secchezza delle risposte, fattore tipico dei copertoncini e apprezzato da molti.

Il punto di unione del tubo della camera
Il punto di unione del tubo della camera

In conclusione

Le camera d’aria in poliuretano permettono di contenere il peso delle masse rotanti e sono una valida alternativa (e maggiormente performante) rispetto alle tradizionali, anche se più costose. Non solo perché diventano una “sorta di scelta obbligata” per chi non ama i tubeless, in un momento dove i tubolari e le ruote dedicate sono sempre meno. Le Eclipse sono un bel prodotto, ben concepito e costruito altrettanto bene, sono moderne e non cambiano il carattere del copertoncino al quale sono abbinate. Solo dopo le prime ore di utilizzo si percepisce il reale valore tecnico di questa tipologia di prodotto, che va ben oltre la bilancia.

Tannus Italia

Tannus Italia scommette sulle camere d’aria Eclipse

21.03.2023
3 min
Salva

Nel corso di questi anni abbiamo avuto modo di conoscere l’affidabilità dei prodotti Tannus grazie a Tannus Italia, la filiale del brand sud coreano presente nel nostro Paese dal 2018. Stiamo parlando di una realtà giovane ed estremamente dinamica, in grado di rappresentare al meglio il marchio Tannus.

Una ulteriore conferma di questo dinamismo è arrivata nei giorni scorsi quando Tannus Italia ha annunciato la distribuzione per il nostro Paese delle camere d’aria ultraleggere Eclipse in arrivo dalla Germania. Trattandosi di un marchio ancora poco conosciuto in Italia, abbiamo chiesto qualche informazione in più a Riccardo Natali, che insieme ad Alessandro Coianiz, è alla guida di Tannus Italia.

Le camera d’aria Eclipse entrano nel mondo di Tannus
Le camera d’aria Eclipse entrano nel mondo di Tannus
A chi ancora non conosce Eclipse, cosa possiamo dire per presentare questo giovane marchio?

Parlare di un marchio giovane è sicuramente corretto, ma va fatta subito una precisazione. Stiamo parlando di un brand da poco tempo presente sul mercato. Alle sua spalle ha però una lunga storia fatta di sviluppo e ricerca che ha portato al deposito di brevetti esclusivi. Proprio questa “esperienza” è stata uno dei motivi che ci ha spinto a diventare i distributori ufficiali per l’Italia.

Entriamo nello specifico. Di che tipologia di prodotti stiamo parlando? 

Le camere d’aria Eclipse sono realizzate in materiale TPU Premium (Poliuretano Termoplastico) di altissima qualità e sono tra le più leggere e compatte fra quelle presenti sul mercato. Il peso parte da 19,4 grammi per la versione 700×20-25C. Le camere d’aria Eclipse coprono tutte le discipline, dalla strada alla mountain bike, passando per il gravel. 

Se dovessimo individuare il loro vero punto di forza su quale aspetto tecnico ci dovremmo soffermare?

Sicuramente sulla valvola in metallo. Quest’ultima è saldata alla camera meccanicamente. Questo permette alle camere Eclipse di avere una perdita di pressione paragonabile a quella delle camere tradizionali. A nostro parere, attualmente sul mercato non esiste un prodotto con queste caratteristiche. Grazie alla valvola in metallo ed al sistema meccanico di saldatura, le camere d’aria Eclipse possono essere piegate intorno alla valvola, rendendole estremamente compatte, maneggevoli e di conseguenza facilmente trasportabili.

Il risparmio in termini di spazio è enorme
Il risparmio in termini di spazio è enorme
Come pensate che verrà recepito dal mercato italiano un prodotto con queste caratteristiche?

In questi giorni abbiamo iniziato a presentarlo ai negozi e i primi riscontri sembrano essere positivi. In un certo senso siamo anche noi curiosi di sapere come sarà recepito dai negozianti e di conseguenza dall’utente finale. Stiamo già lavorando per strutturarci al meglio per la sua distribuzione su tutto il territorio italiano. Siamo infatti sicuri che sia un prodotto davvero affidabile. 

Tannus