Search

Lemma 3.0, essenza d’italianità, eleganza e unicità

02.01.2024
4 min
Salva

Con il suo giro più veloce, Antonio Fuoco ha conquistato la pole position alla 24h di Le Mans, aprendo il weekend che ha riconsegnato la vittoria alla Ferrari dopo 60 anni di assenza. Così Officine Mattio ha scelto proprio il pilota calabrese per presentare il suo nuove gioiello su due ruote. Si chiama Lemma 3.0 e incarna l’essenza dell’azienda piemontese. Il nome si ispira ad una delle salite nei pressi di Cuneo sulla quale il fondatore, Giovanni Monge Roffarello, testò il prototipo di quella che sarebbe diventata la capostipite di tutte le biciclette del brand italiano.

Da gara

Lemma 3.0 è una bici di alta gamma dedicata ad appassionati, amatori e agonisti che ricercano modernità e reattività, alte prestazioni, comfort e sicurezza di guida. La sua versatilità si sposa con chi cerca un modello di bici che si arrampichi sulle salite e sia scorrevole in pianura. L’evoluzione della nuova Lemma si traduce in un prodotto ancor più maneggevole e leggero da 820 grammi, in taglia 54 non verniciata

La maggiore guidabilità e leggerezza della Lemma 3.0 sono date anche dal materiale utilizzato per la costruzione del telaio. Infatti, è realizzato in fibra di carbonio Torayca T800: una fibra con alta resistenza alla trazione e proprietà composite di alto livello ed equilibrio. Progettata e sviluppata per soddisfare le esigenze di risparmio di peso delle applicazioni aeronautiche, questa fibra viene soprattutto utilizzata nella struttura primaria degli aerei commerciali. La cura del dettaglio e la ricerca sono alcune delle prerogative più importanti per Officine Mattio.

Silhouette efficace 

Nella parte anteriore, la forcella OM 3K della Lemma 3.0 riprende la forma della forcella della Lemma RT: la bici del catalogo di Officine Mattio che presenta il massimo della tecnologia ed ingegneria ciclistica. La forma curva della forcella trasmette maggior controllo del mezzo e sicurezza in discesa. Il tubo orizzontale abbraccia il tubo sterzo, che diventa oversize, conferendo alla bici maggiore governabilità. 

Il carro posteriore è stato modificato ed ottimizzato nelle sezioni affinché possa offrire rigidezza e resistenza alle flesso-torsioni. Lemma 3.0 è un modello distintivo, disegnato con nuove grafiche e sfumature di colori, frutto del lavoro artigianale del reparto verniciatura di Officine Mattio. I colori, nebulizzati a mano, sono sfumati, a sottolineare che la precisione di ogni singolo passaggio fa la differenza. Tre le colorazioni disponibili a catalogo: Rubin Red/Black, Pearl e Pine Green, Night blue e Off White. Come per tutte le altre bici di Officine Mattio, anche per la Lemma 3.0 è possibile creare una versione totalmente customizzata in taglia, colori e componentistica, tramite il configuratore online o presso un dealer ufficiale.

Fuoco per Lemma

A tenere a battesimo il lancio di questo nuovo modello, che promette alte prestazioni, comfort e reattività, è stato il pilota italiano del circuito automobilistico delle hypercar: Antonio Fuoco. L’atleta, che il 13 dicembre scorso è stato insignito del premio Casco d’Oro di Autosprint per i risultati sportivi ottenuti nel corso di quest’anno, ha ricevuto presso la sede di Officine Mattio, una Lemma 3.0 personalizzata in colore Rubin Red/Black. Antonio infatti sarà il nuovo Ambassador del brand cuneese e utilizzerà la bicicletta durante i suoi allenamenti e le ricognizioni in pista. 

«Mi ha affascinato la storia di questo marchio  – spiega Antonio Fuoco – e soprattutto la velocità e le performance della nuova Lemma 3.0. Inoltre, una cosa a cui tengo tantissimo è il Made in Italy e Officine Mattio può vantare biciclette realizzate al 100% in Italia». 

Lemma 3.0 è proposta con un prezzo suggerito al pubblico (presso i rivenditori di Officine Mattio e sul sito) a partire da 8.790 euro, configurata con Sram Force Axs, fino ad un massimo di 12.990 euro per la versione con Shimano Dura Ace 12 v.

OfficineMattio