Search

Un nuovo record per i 50 anni di Schwalbe

30.03.2023
3 min
Salva

Il 2023 è un anno davvero importante per il marchio Schwalbe, in quanto coincide con il 50° anniversario dalla sua creazione. Il brand tedesco è stato infatti creato nel 1973 da Ralf Bohle, padre di Frank, attuale CEO della Ralf Bohle GmbH, l‘azienda proprietaria del marchio Schwalbe.

Proprio nel 1973 Ralf Bohle decise di trasformare l’azienda di famiglia, specializzata nell’esportazioni di componenti nel settore ciclo, in un’azienda focalizzata esclusivamente sulla produzione di pneumatici ugualmente per bicicletta. Da allora il brand Schwalbe non ha conosciuto momenti di appannamento nella sua crescita, tanto da consolidare la sua attuale posizione di leader del mercato europeo di produttore pneumatici per biciclette.

La nuova e futuristica sede di Schwalbe
La nuova e futuristica sede di Schwalbe

Un nuovo record

Ad allietare i cinquant’anni dalla sua creazione, nei giorni scorsi è arrivato per Schwalbe un dato estremamente importante. L’azienda tedesca ha infatti raggiunto nel 2022 un fatturato di 335 milioni di euro, con una crescita di oltre il 20% rispetto all‘anno precedente (277 milioni di euro). Questo significa un nuovo record per Schwalbe proprio nell‘anno del 50° anniversario dalla sua fondazione. 

Frank Bohle ha voluto commentare con queste parole il risultato positivo conseguito dalla sua azienda nel 2022: «L‘anno commerciale appena trascorso segna un altro capitolo della storia di successo che Schwalbe sta scrivendo da 50 anni a questa parte. Questo sviluppo mi rende molto felice. La base è costituita soprattutto dai nostri prodotti di alta qualità e dal nostro costante spirito innovativo».

A determinare l’ottimo risultato ottenuto da Schwalbe nel 2022 un ruolo fondamentale l’ha avuto la domanda in costante crescita di biciclette elettriche, soprattutto nel settore turistico e urbano, ma anche di e-MTB. Si tratta di una domanda alla quale Schwalbe ha saputo rispondere con una gamma di prodotti ampia e di alta qualità

Il 2023 da monitorare

Se il 2022 è stato un anno estremamente positivo, per l‘esercizio 2023 Schwalbe prevede un calo del fatturato a due cifre percentuali. Ciò è dovuto principalmente alla situazione economica generale e al calo di fiducia dei consumatori causato dalla guerra in Ucraina e dall‘inflazione. A ciò si aggiungono fattori specifici del settore, come gli elevati livelli di scorte a tutti i livelli commerciali. A medio e lungo termine, l‘azienda è ottimista sul futuro, come conferma lo stesso Fran Bohle.

«I fattori esterni – spiega – offuscano le prospettive per quest‘anno, ma sono convinto che l‘industria della bicicletta continuerà il suo sviluppo estremamente positivo degli ultimi anni nel medio termine. Non c‘è modo di aggirare la svolta della mobilità, anche se naturalmente vorremmo vedere un ritmo più veloce». 

Frank Bohle, figlio di Ralf, il fondatore di Schwalbe nel 1973
Frank Bohle, figlio di Ralf, il fondatore di Schwalbe nel 1973

Qualche numero

Per capire il valore mondiale del brand Schwalbe basta elencare qualche numero. Sono circa 200 i dipendenti che lavorano presso la sede centrale dell‘azienda a Reichshof, in Germania. Quest’ultima è stata rinnovata nel 2021 e costruita interamente secondo criteri di sostenibilità. Altri 65 dipendenti lavorano nelle filiali in Francia, Gran Bretagna, Italia, Paesi Bassi e Nord America. Schwalbe vende i suoi prodotti in tutto il mondo.

Gli pneumatici e le camere d‘aria sono realizzati insieme al partner Hung-A, i cui impianti di produzione si trovano in Indonesia e Vietnam. Le due aziende sono legate non solo da una joint venture, ma anche da un‘amicizia cinquantennale che non ha eguali nel settore. 

Schwalbe