Club del Sole, a Desenzano in un incanto tra bici e Lago 

03.06.2024
4 min
Salva

Le sue magnifiche sponde sono state lo scenario della 14ª tappa del Giro d’Italia 2024. Il trionfo di Filippo Ganna con il suo tricolore ha regalato una cartolina ancora più bella ad una destinazione già unica come quella di Desenzano del Garda. Una meta ambita da ogni ciclista vista la sua bellezza riflessa nello splendido Lago di Garda. Per Club del Sole infatti è una vacanza irrinunciabile su cui ha cucito su misura esperienze da vivere in sella alla propria bici e in compagnia. 

Gli itinerari che animano questa bike destination sono due: il primo è nella Valtenesi, tra le bellissime rocche e la vista mozzafiato sul Lago, e il secondo è un percorso che accarezza le colline moreniche accompagnato dal Mincio. Partenza e arrivo degli itinerari è il Desenzano Lake Village, affacciato proprio sul Lago di Garda. Un punto di riferimento per Club del Sole, che offre servizi e attività per una vacanza in bici con un’attenzione particolare per le proposte enogastronomiche.

Panorami mozzafiato e una storia da toccare con mano
Panorami mozzafiato e una storia da toccare con mano

Desenzano del Garda

Clima mite, una varietà territoriale che permette di sbizzarrirsi con ogni tipo di bici, e una natura viva e ammaliante tutto l’anno. Il Lago di Garda è una delle destinazioni bike più apprezzate in Italia e preferite dai cicloturisti stranieri. Poi c’è Desenzano con la sua morfologia dolce che invita ad escursioni fra colline, vigneti e piccoli abitati rurali, nello spirito più autentico dell’esplorazione. Il Porto Vecchio, Palazzo Malvezzi, il Castello di Desenzano, sono solo alcuni degli spot da scoprire soggiornando qui.

Poi c’è l’inconfondibile patrimonio ciclabile di Desenzano: ricco e vario, comprende ampie parti di lungolago godibile in totale relax e percorsi collinari di differente impegno e caratteristiche, ma sempre connotati da paesaggi emozionanti vista lago. Un ambiente generoso e da vivere pedalando nella Valtenesi, tra le colline moreniche, o semplicemente nelle stradine agresti a pochi passi dalle sponde del Lago.

Immersi nella flora del Lago di Garda
Immersi nella flora del Lago di Garda

Tra storia e panorami

Chi arriva al Desenzano Lake Village dovrà solo guardarsi intorno per apprezzare la bellezza naturale del contesto unico che solo il Lago di Garda può offrire. La voglia di salire in sella la si può assecondare scegliendo gli itinerari proposti da Club del Sole, disponibili e consultabili anche sul profilo Komoot

Sono i panorami i veri protagonisti di questo itinerario che mixa spunti storici e sapori rurali. I brevi ma decisi strappi che caratterizzano il percorso vengono ripagati da scorci mozzafiato intervallati da qualche settore in facile sterrato, mentre i Castelli di Padenghe, il centro storico di Polpenazze e gli antichi casolari lungo il percorso ripropongono atmosfere di altri tempi. 32 chilometri, 420 metri di dislivello da affrontare con la leggerezza e la spensieratezza della gioia di vivere un’esperienza in sella da ricordare. 

Itinerari adatti a MTB, gravel e bici da corsa
Itinerari adatti a MTB, gravel e bici da corsa

Dal Lago alle colline

Il fantastico scenario del Lago di Garda è in grado di offre infinite opportunità da assaporare un colpo di pedale alla volta. Il segreto per godersi questo magnifico territorio è senz’altro quello di abbracciare il ritmo lento ma rilassante della bici e lasciarsi coccolare dall’esperienza di Club del Sole. Il secondo itinerario che anima il soggiorno sulla sponda di Desenzano è quello che si addentra sulle colline moreniche lungo il Mincio.

Un’escursione verso un territorio tutto da scoprire, un anfiteatro morenico a sud del Lago che presenta luoghi storici, ambienti naturali, borghi rurali in una campagna dalla morfologia ideale per muoversi con la bici. Le piccole strade sono leggermente ondulate e invitano a indugiare tra campi coltivati ma soprattutto tra vigneti e uliveti, complici ideali di soste golose. 49,1 chilometri con 250 metri di dislivello percorribili con qualsiasi tipo di bici, in compagnia o in solitaria seguendo la traccia GPX o seguendo una delle guide locali. 

Escursioni da affrontare anche in compagnia
Escursioni da affrontare anche in compagnia

Desenzano Lake Village

Per rendere questa vacanza un’esperienza indimenticabile, Club del Sole è pronto ad assecondare ogni necessità dei suoi ospiti, a partire da un soggiorno curato in ogni dettaglio per tutte le famiglie e senza tralasciare le esigenze del ciclista. Per questo i Villaggi dispongono di servizi ad hoc per le due ruote. 

Al Desenzano Lake Village troverai un’area dedicata alla bici con Colonnina Bike Station dotata di pompa per il gonfiaggio delle ruote e di utensili per le piccole riparazioni e il ripristino degli inconvenienti tecnici, un’area attrezzata per lavare in autonomia il vostro mezzo in qualsiasi momento e una flotta di e-bike e bici muscolari per tutte le esigenze e per affrontare ogni itinerario.

In Reception troverai inoltre un display con tutte le informazioni sulle attività cicloturistiche del Villaggio, ma anche indicazioni sulle esperienze bike del territorio e sui tour guidati e prenotabili, suggerimenti e ultime novità. Infine avrai la possibilità di scegliere escursioni con guide locali, che accompagneranno gli ospiti con entusiasmo e professionalità lungo facili itinerari con cui scoprire i segreti del territorio.

ClubdelSole

Andorra, destinazione indimenticabile per ciclisti e famiglie

10.05.2024
7 min
Salva

Solo tu, insieme alla famiglia o in compagnia di amici alla scoperta di una terra ricca e composta al 90 per cento di natura. Andorra è la meta ideale per le due ruote, con i suoi 21 passi di montagna, 80 laghi, centinaia di specie protette, sentieri magici, storie di tappe di Vuelta di Spagna e Tour de France. Il Principato è pronto ad accogliere gli esploratori in sella alle loro biciclette che vogliano immergersi in un vero e proprio paradiso per le biciclette e le avventure all’aria aperta.

Perché Andorra?

Andorra è tra le mete preferite dagli appassionati del pedale, essendo considerata una delle vere e proprie “mecche” di questo sport. Dispone di un’infrastruttura perfettamente adattata alla pratica del ciclismo. Si trova tutto ciò che si può desiderare per la bici, qualunque sia il periodo dell’anno che si sceglie.

Ciò che rende speciale il ciclismo questo Principato situato tra Spagna e Francia è tutto ciò che lo accompagna. Dalle strutture specializzate nelle due ruote agli alloggi, ma anche per i negozi principali sparsi nella capitale, Andorra la Vella, ma anche a Escaldes-Engordany, La Massana e Sant Julià de Lòria. Lì si troveranno i principali modelli e marchi internazionali di bici da strada e mountain bike e le ultime innovazioni in fatto di e-bike, oltre a ogni tipo di parti meccaniche, abbigliamento e altri accessori. Il tutto con servizio di officina meccanica e noleggio di biciclette di tutti i tipi e livelli. Un altro elemento distintivo che consolida Andorra come un vero territorio ciclistico sono i moltissimi percorsi accessibili a tutti, studiati per ciclisti di ogni livello, per forma fisica ed esperienza.

Su e giù per le montagne del Principato
Su e giù per le montagne del Principato

Dove andare su strada?

468 chilometri quadrati tutti da scoprire che offrono ai ciclisti su strada la possibilità di tracciare percorsi unici direttamente dalla porta del loro alloggio. La carta dei percorsi ciclabili del Principato aiuta in questo compito, con la descrizione dettagliata di oltre 20 itinerari di diversa durata e difficoltà. Uno dei tratti distintivi di Andorra come regione ciclistica sono le spettacolari salite verso i passi di montagna. Queste ascese hanno segnato diverse edizioni della Vuelta e del Tour, con arrivi di tappa che fanno parte della storia del ciclismo professionistico. 

La Coma d’Arcalís occupa un posto di rilievo, come tappa finale del Tour negli anni 1997, 2009 e 2016. Non meno importanti sono il Coll de la Gallina, la Rabassa, la Collada de Beixalis, i Cortals d’Encamp e Colle d’Ordino. Ben conosciuti dagli appassionati, hanno preso parte o sono stati nelle tappe finali della Vuelta e del Tour, tra gli altri eventi ciclistici. Merita una menzione anche Port d’Envalira, il classico punto di riferimento per eccellenza del ciclismo su strada in Andorra. Un ulteriore vantaggio delle caratteristiche già menzionate è che Andorra offre un calendario annuale ricco di gare e sfide come La Purito e la Volta als Ports.

Dove andare offroad?

E’ facile immaginare che Andorra sia l’habitat naturale per la mountain bike. Le località di Grandvalira e Pal Arinsal offrono numerosi percorsi per gli appassionati di mountain bike. Il Camí del Gall è un ottimo esempio di circuito o percorso di montagna. Oppure il Camí de les Pardines o la Rabassa, che nella sua versione MTB offre uno spettacolo per l’offroad. 

Per chiunque vada alla ricerca di un percorso più tecnico, il tracciato della Coppa del Mondo XCWC nel Bike Park de Pal Arinsal è perfetto. Nel Bike Park si trovano le principali piste da sci adatte alla pratica della mountain bike in estate. Esso comprende 30 circuiti a diversi livelli: 21 di discesa, 2 di enduro, 1 per four-cross e 1 per e-bike. Per chi vuole mettere alla prova la propria tecnica nell’area di allenamento o sul Pump Track c’è pane per i suoi denti.

Da aggiungere anche che a disposizione dei cicloturisti c’è un bike park naturale: il Naturland Bike Center, mentre Grandvalira offre più di 90 chilometri di sentieri per MTB, suddivisi in 12 circuiti. Infine i ciclisti più giovani possono cimentarsi nel downhill con il Kids Bike Park.

Percorsi guidati

Se si preferisce concentrarsi sul divertimento pedalando e non preoccupandosi della logistica, si possono prenotare esperienze organizzate da guide ciclistiche esperte che conoscono Andorra come le loro tasche. Le aziende di turismo attivo offrono un’ampia gamma di servizi che vanno da un pedalare rilassante a itinerari organizzati attraverso l’intero Principato. Offrono anche la possibilità di noleggiare l’attrezzatura, con l’ampia scelta a disposizione, dalle bici base a quelle ad alte prestazioni e alle e-bike. Prendere nota di: Andorra 3000, piste ciclabili di Andorra, Esports Elit, Isard Wildland, MTB Aventures, Naturland, Bike Park de Pal Arinsal e VSL Sport.

Una miscela perfetta di turismo e sport. Si tratta di itinerari disseminati tra Sant Julià de Lòria, con le tappe Rabassa, Coll de la Gallina e Peguera. Oppure a La Massana, c’è il Port del Cabús, sormontato da una maestosa scultura di Dennis Oppenheim. Oppure Canillo che vanta alcuni dei passi di montagna più leggendari, come ad esempio come il Coll d’Ordino. Questa è solo una breve selezione di percorsi e ce ne sono molti altro nei dintorni di Andorra la Vella, Encamp, e molti altri. Ogni curva su queste strade offre viste panoramiche sulle vette e valli, con paesi e piccole città a perdita d’occhio.

Cibo e cultura

Pedalare su e giù per il territorio di Andorra è un piacere impagabile che però necessita di soste per ricaricare le “pile”. Sotto questo punto di vista il Principato è pronto per deliziare il palato con i prodotti tipici. Si potranno degustare carni pregiate, salumi, piante aromatiche e officinali erbe aromatiche, marmellate e miele biologici, formaggi. E ancora, pasta, caffè, cioccolato, Nectum (sciroppo naturale a base di pigne), Ratassia de la Carmeta (un liquore fatto in casa a base di erbe medicinali e noci) e l’idromele Asgard, una bevanda ancestrale venerata dagli antichi culture.

Oltre a questo è bene ritagliarsi momenti per conoscere la cultura locale, vedere i siti UNESCO e visitare musei come il Bici Lab Andorra: un centro che spiega l’importanza del ciclismo come parte della sostenibilità mobile e uno stile di vita sano, oltre a trainare l’economia locale. Un interessante centro interattivo che riporta indietro nel tempo, con le biciclette a fare da guida, ma che consente anche di provare cosa vuol dire pedalare su un passo di montagna o sfrecciare in discesa utilizzando la modalità virtuale la realtà.

E’ inoltre presente una delle collezioni di biciclette classiche più caratteristiche al mondo, combinato con la tecnologia all’avanguardia per generare un risultato unico. Uno spazio di 1.700 metri quadrati nel centro di Andorra la Vella, dove si trova il museo mostre temporanee e permanenti che mettono la bicicletta al centro di una storia in evoluzione per analizzare il mondo e la cultura del ciclismo da diverse angolazioni. 

Per maggiori informazioni

VisitAndorra

@andorraworld