Campagnolo Hyperon: dopo le Ultra, l’alta gamma si allarga

24.10.2023
3 min
Salva

Ultra performanti e ultra leggere. Campagnolo allarga la famiglia delle ruote ad alte prestazioni e presenta le Hyperon. Ispirandosi direttamente alle top di gamma Hyperon Ultra, le Hyperon catturano sapientemente il meglio dell’ingegneria e del know-how Campagnolo per dare vita ad un rinnovato mix di caratteristiche tecniche e contenuti tecnologici rivolti ai ciclisti più esigenti e raffinati. 

Controllo aumentato

Campagnolo è da sempre pioniere nel mondo della due ruote in ogni progetto che decida di intraprendere. La ricerca di nuove tecnologie è un aspetto su cui il brand italiano ha da sempre investito molto. Per quanto riguarda le Hyperon, un esempio è il processo Campagnolo Single-Joint Construction, che riduce i potenziali punti di debolezza avendo un unico punto di fusione. Questo permette al profilo asimmetrico del cerchio di aumentare il controllo superiore della rigidezza e di godere di una gestione totale della tensione, garantendo la massima sicurezza e maneggevolezza in ogni curva.

Materiali e design sono stati curati in ogni dettaglio. I cerchi sono infatti realizzati utilizzando la tecnologia avanzata di stampaggio H.U.L.C. (Handmade Ultra-Light Carbon), che garantisce il rapporto ottimale tra fibra di carbonio e resina. Questo consente un conseguente aumento della rigidità, del controllo e di una durata nel tempo sopra ogni standard.

Leggera e versatile

Fedele all’etica “Dream Bigger” di Campagnolo, incentrata sull’ingegno e sul desiderio di distinguersi, la finitura C-LUX a specchio veste la ruota Hyperon creando una superficie così liscia da non richiedere alcuna verniciatura. Una lavorazione speciale che consente di risparmiare peso e che contribuisce a garantire il posizionamento più sicuro possibile dei pneumatici tubeless. Questo beneficio progettuale ne favorisce la tenuta e la facilità di installazione/montaggio, riducendo il rischio di danneggiamento ai talloni delle coperture. Il peso si attesta in soli 1.340 grammi complessivi, 100 grammi in più rispetto al modello Ultra.

A conferma dell’attualità di tecnologie e utilizzi, la versatilità di questa ruota la si riconosce anche dalle sue predisposizioni. Con il canale interno largo 21 millimetri e profilo da 37, la Hyperon è una ruota che si adatta alle esigenze dei ciclisti più appassionati valorizzando allo stesso tempo l’estetica di ogni bicicletta. Il prezzo consigliato al pubblico è di 2.690 euro. 

Campagnolo

Il test completo delle nuove Campagnolo Hyperon Ultra

08.06.2023
6 min
Salva

Le ruote perfette esistono e le nuove Campagnolo Hyperon Ultra rasentano la perfezione nell’impatto estetico e per quanto riguarda le prestazioni. Sono eleganti, ma al tempo stesso vestono la bicicletta. Si adattano ai diversi stili di guida, grazie alla reattività che mostrano in salita e nei rilanci, ma anche alle andature elevate in pianura. Eppure non sono mai eccessive, godibili anche quando si va piano. Sono oggettivamente belle da guardare, curate nel dettaglio più piccolo e nascosto.

Le abbiamo provate, le abbiamo messe alla frusta e le abbiamo configurate (senza il minimo problema) con una trasmissione che non fa parte della famiglia Campagnolo. Era il Giro d’Italia 2022 quando le abbiamo viste per la prima volta. Entriamo nel dettaglio.

Ruote da salita e non solo
Ruote da salita e non solo

Gratificazione e prestazioni

Le ruote Campagnolo sono tra i componenti più ambiti. Sono una sorta di obiettivo e punto di arrivo per i ciclisti che cercano un upgrade della bicicletta, della resa tecnica del mezzo e anche nei termini di gratificazione personale. Nel corso degli anni hanno sempre fatto collimare al meglio i materiali d’eccellenza, estetica e quelle performances che le hanno rese celebri.

Le nuove Hyperon Ultra racchiudono tutto questo come vuole la tradizione e alzano ulteriormente l’asticella. Non solo, perché queste ruote rientrano in una rinnovata concezione di Campagnolo, dove è presente anche la trasmissione Super Record Wireless.

Come sono fatte

Fanno parte della categoria di ruote dal profilo medio, hanno un cerchio completamente in carbonio e con un profilo di 37 millimetri. La larghezza totale è di 26,7 millimetri, con una forma panciuta, ma non eccessivamente wide nella parte centrale. Il canale interno è largo 21 millimetri, moderno e adatto ad interfacciarsi con i tubeless da 28 in su. Inoltre la costruzione del cerchio elimina l’utilizzo del nastro tubeless. La metodologia di costruzione con una sola congiunzione per un bilanciamento eccellente, il carbonio, le resine e la finitura lucida, ma anche le scritte, fanno del cerchio delle nuove Hyperon una sorta di blocco unico.

I nipples sono interni al cerchio del tipo Aero Mo-Mag. Nonostante questa soluzione, la tensione dei raggi è regolabile dall’esterno. I profilati sono in acciaio, 21 per l’anteriore e 24 per la ruota dietro, con incrocio differenziato. Nel punto di incrocio i raggi si sfiorano, ma non si toccano.

Rispetto al passato i mozzi sono stati completamente rivisti e sono diversi da quelli in dotazione alla famiglia Campagnolo WTO. Sono in alluminio, hanno un disegno asciutto ed essenziale, hanno delle flange laterali totalmente riprogettate, con l’obiettivo di far lavorare la raggiatura, ma senza risvolti negativi. I cuscinetti sono CULT, acronimo di Ceramic Ultimate Level Technology, scorrevoli e silenziosi. I mozzi, come vuole la tradizione, permettono di regolare il precarico dall’esterno.

Come vanno

Un paio di ruote possono cambiare le prestazioni dell’intera bicicletta? Si, le ruote cambiano completamente il carattere del mezzo meccanico e decisamente fanno la differenza. Nel caso delle nuove Campagnolo Hyperon Ultra, uno strumento dall’elevato tasso tecnico che rientra in un segmento hors categorie. Non si parla di un paio di ruote esagerate ed eccessive, cattive e “troppo” performanti. Le nuove Hyperon sono facili da guidare prima di tutto, prontissime a rispondere alle sollecitazioni e sempre incollate alla strada, adatte ad una tipologia di utenza diversa, per richieste, ambizioni e modo di guidare la bici.

E’ la salita il terreno ideale dove le Hyperon Ultra mostrano tutto il loro valore. Sempre scorrevoli a prescindere dalle coperture (le abbiamo utilizzate con i pneumatici tubeless da 28), molto fluide e per nulla stancanti anche nel lungo periodo.

In discesa e alle velocità elevate, ma anche nei tratti tecnici esprimono un valore quasi inaspettato, considerando il profilo medio del cerchio. Tengono la velocità per un tempo consecutivo molto lungo, al pari di una stabilità che può fare la differenza quando si sposta continuamente il peso del corpo: infondono sicurezza. Non sono esclusivamente le gomme, perché è il bilanciamento e la facilità di portare la ruota alla corda, due fattori che spostano il riferimento prestazionale verso l’alto.

In pianura e all’interno dei tracciati leggermente vallonati, mostrano una fluidità superiore alla media di questa categoria. Volendo fare un confronto, sono meno veloci delle Bora Ultra WTO 45 e 60, ma al tempo stesso (a nostro parere) sono più semplici da sfruttare da corridori con un peso leggero che usano i tratti pianeggianti come un trasferimento.

In conclusione

Le nuove Campagnolo Hyperon Ultra non sono paragonabili alle Hyperon con il cerchio dal profilo bassissimo che hanno fatto felici molti scalatori di un’epoca passata. Le nuove Hyperon (forse) sono ancora migliori. Sono il risultato di una serie di compromessi perfetti, ma il prodotto finale è tutt’altro che una via di mezzo.

Sono delle ruote d’elite, il prezzo di listino parte da 3.650 euro, di sicuro non economiche, che rientra nelle media della categoria. Anzi, se consideriamo i prezzi di alcuni competitors e la qualità delle nuove Hyperon, proprio il rapporto qualità/prezzo si alza in modo esponenziale.

Campagnolo

Hyperon Ultra: le ruote Campagnolo di nuova generazione

17.03.2023
4 min
Salva

Le ruote, parte fondamentale della nostra bici, si evolvono ulteriormente grazie a Campagnolo. Ecco che arrivano le Hyperon Ultra, realizzate in carbonio con processo Handmade Ultra Light. Un sistema di lavorazione della fibra nato e perfezionato durante gli ultimi venticinque anni. 

L’accoppiamento testa-coda ad alta precisione è stato ottimizzato per evitare il taglio anelastico dei raggi
L’accoppiamento testa-coda ad alta precisione è stato ottimizzato per evitare il taglio anelastico dei raggi

Tecnologia ed evoluzione

Campagnolo unisce un binomio estremamente importante: tecnologia ed evoluzione. Studio dei materiali e processo H.U.L.C (Handmade Ultra Light Carbon) garantiscono l’ottimizzazione dei profili, della qualità della fibra di carbonio e della resina. Tutte queste caratteristiche, unite, portano ad aumentare la rigidità del cerchio e la sua resistenza. 

La tecnologia C-LUX, porta ad avere una superficie lucida e a specchio, ciò fa sì che il cerchio non necessiti di lacche specifiche. Il risparmio in termini di peso è notevole, il sistema C-LUX permette di montare gli pneumatici tubeless con la massima sicurezza, riducendo il rischio di abrasioni al tallone. Si riesce, inoltre, ad aumentare la tenuta della pressione. 

Anche nei dettagli è racchiuso un grande studio dei materiali, per aumentare le prestazioni e la scorrevolezza
Anche nei dettagli è racchiuso un grande studio dei materiali, per aumentare le prestazioni e la scorrevolezza

Carbonio e fibra

La novità, una delle tante portate dalla ruote Hyperon Ultra, è che il carbonio è allacciato in un punto solo, anziché in quattro, come da standard. Un’allacciatura che aumenta la rigidità e le prestazioni della ruota. Le fibre di carbonio sono orientate in modo da scorrere attorno al foro del raggio, anziché essere perforate. Questa soluzione di continuità dei materiali protegge i raggi da graffi e fatica. Per una maggiore durata e sicurezza, l’accoppiamento testa-coda ad alta precisione è stato ottimizzato per evitare il taglio anelastico dei raggi.

Il corpo ruota libera N3W (Next 3 Ways) è il futuro di Campagnolo: uno standard brevettato e progettato per accogliere cassette a 11, 12 e 13 velocità, con pignoni da 9, 10 e 11 denti. Si ha una scorrevolezza incredibile ed una grande rigidità torsionale. 

Anche i cuscinetti giocano una parte fondamentale nel funzionamento e nel garantire le alte prestazioni delle ruote Hyperon Ultra. Campagnolo utilizza i cuscinetti Cult, realizzati con materiali di altissima qualità e scorrevolezza. Funzionano con olio sintetico e su piste in acciaio inossidabile che sono state sottoposte a un trattamento speciale per renderle resistenti all’usura.

Il canale interno delle ruote Hyperon Ultra è di 21 mm
Il canale interno delle ruote Hyperon Ultra è di 21 mm

Design e aerodinamica

Il disegno dei raggi, nella parte sinistra delle ruote, è stato scelto per dare la massima stabilità in frenata. Inoltre è pensato per armonizzarsi al meglio con il disegno dei raggi di destra. Ogni raggio è realizzato in acciaio ultraleggero per una maneggevolezza reattiva e offrire un’ottima fase di spinta.

L’aerodinamica, è portata da Campagnolo ad un livello superiore, grazie al sistema Aero Mo-Mag. Le sedi interne in polimero rinforzato con fibra di vetro assicurano un perfetto allineamento con i raggi, riducendo così le sollecitazioni sui componenti.

Il disegno dei raggi è studiato per avere una migliore performance in frenata
Il disegno dei raggi è studiato per avere una migliore performance in frenata

Profili differenziati

Campagnolo ha deciso di creare profili asimmetrici tra le ruote anteriori e posteriori, questo a causa della differenza di lavoro che esse devono fare. Il cerchio posteriore è studiato per avere una superiore rigidità, una migliore gestione della tensione ed un controllo migliore in ogni curva. 

L’altezza corretta del profilo è stata individuata dagli ingegneri in 37 mm. Un design che rende la ruota leggera e favorisce l’agilità, garantendo cambi di ritmo rapidi e reattivi. La larghezza interna è di 21 mm.

Campagnolo