I cerchi hookless sono sicuri quando si rispettano le regole

22.03.2024
4 min
Salva

Dopo aver ascoltato Jeff Schneider di Cadex, aggiungiamo due voci al capitolo e alla tecnologia hookless, sempre nell’ottica di fornire quante più informazioni possibili.

Vogliamo andare oltre “il caso De Gendt” e a quelle che sono le dichiarazioni ufficiali delle aziende, cercando di entrare nel dettaglio tecnico della soluzione hookless. Ha risposto alle nostre domande Salvatore Miceli di BeltramiTSA, distributore ufficiale di Sram e Zipp per l’Italia (all’interno dell’azienda è situato anche il primo Sram Tech Center). Inoltre è intervenuto Tommaso Capella, che ricopre il ruolo di Product Specialist di Vittoria.

De Gendt dopo la caduta al UAE Tour
De Gendt dopo la caduta al UAE Tour
In cosa consiste la tecnologia hookless?

Il cerchio non ha gli uncini, ovvero è hook-less, pertanto si riesce a costruire una ruota nettamente più leggera.

Quindi a parità di altezze e categoria, un cerchio con hookless technology è più leggero?

Tendenzialmente sì, proprio per la mancanza degli uncini.

Hookless per le ruote da strada e per il settore offroad. Ci sono delle differenze?

La tecnologia costruttiva è la medesima. Ovviamente c’è da considerare una differente struttura del cerchio e larghezza diversa del canale: più ampio in ambito off-road, per l’inserimento della gomma.

Perdita di pressione a Mallorca, la Baril ha proseguito e la gomma ha stallonato
Perdita di pressione a Mallorca, la Baril ha proseguito e la gomma ha stallonato
Cerchi hookless vs hook, mini hook tubeless, cosa cambia realmente?

Cambiano pesi, larghezze minime consentite e soprattutto le pressioni massime consentite. Cambia praticamente tutto. La nuova tecnologia dei mini hook potrebbe essere un buon compromesso tra la soluzione hookless e tubeless, ma costruttivamente non è semplice da realizzare. Non semplice significa che è più difficile da controllare in fase di produzione.

La parete hookless dove appoggia il tallone dello pneumatico è da considerare più debole rispetto ad una con l’hook?

Assolutamente no. Qui entra in gioco il rispetto delle pressioni massime consentite, fondamentali onde evitare stallonamenti dello pneumatico.

Ci sono delle regole e dei canoni da rispettare per sfruttare a pieno le potenzialità della tecnologia hookless?

Certamente, una su tutte la scelta corretta delle gomme, prendendo in esame la larghezza minima e la pressione massima consentita. I due fattori sono funzionali ad ottimizzare la performance e alla sicurezza.

La pressione massima consentita è indicata sul cerchio ed è un riferimento importante da considerare
La pressione massima consentita è indicata sul cerchio ed è un riferimento importante da considerare
Gli inserti da posizionare tra il cerchio e lo pneumatico offrono dei vantaggi e sono in grado di dare maggiore consistenza e sostanza?

Per quanto concerne l’ambito strada, quella degli inserti è una soluzione ed un’opzione che necessita ancora evoluzione e di conseguenza di dati da analizzare. Ad oggi l’impiego degli inserti è maggiormente legato al mondo gravel e mtb, quindi non è da escludere che verrà mutuato in futuro anche per le bici da strada, come avvenuto per molte altre cose.

Vedremo in futuro se cambierà il modo di “trattare” il carbonio in ambito ruote
Vedremo in futuro se cambierà il modo di “trattare” il carbonio in ambito ruote

L’inserto a favore della sicurezza

«L’utilizzo dell’Air Liner Road è sempre consigliabile – commenta invece Tommasi Capella nel suo intervento – in quanto è dimostrato che non influisce sull’efficienza del rotolamento. L’inserto interviene in caso di una perdita di pressione. La schiuma di cui è composto si comprime sotto pressione, quasi a scomparire nella gola del cerchio quando lo pneumatico è gonfio.

«Appena la pressione scende, l’inserto si ri-estende alle dimensioni originali, fornendo un supporto aggiuntivo tra gomma e cerchio. Focalizzandoci per un attimo sul caso De Gendt, questo non è stato possibile perché l’impatto che ha subito è stato talmente forte da spezzare il cerchio e tagliare l’inserto».

L’inserto è utilizzato da molti, non solo da chi ha le ruote hookless
L’inserto è utilizzato da molti, non solo da chi ha le ruote hookless

Le regole vanno rispettate

«Premetto che non consideriamo pericoloso l’utilizzo di cerchi hookless – prosegue Tommaso Capella – a patto di rispettare i limiti di pressione del caso. L’utilizzo dell’Air Liner Road, quindi l’inserto specifico per le ruote ed i tubeless da strada, offre senza dubbio un maggior livello di sicurezza. In caso di perdita di pressione, l’inserto da supporto ed evita il contatto del cerchio con il suolo, evitando così che si perda il controllo della bici».