Search

Gravel, la categoria stilosa del ciclismo

30.12.2021
5 min
Salva

Il gravel è una disciplina che sta portando linfa nuova nel ciclismo in genere, per quanto concerne la tecnica dei mezzi e dei componenti, ma anche nell’abbigliamento. Inoltre, proprio il segmento gravel torna a dare un po’ di “morbidezza” ad un ciclismo che tanto piace, ma che talvolta vive di estremizzazioni.

Proprio i capi tecnici sono un esempio, perché non di rado i “gravelisti”, quelli veri, preferiscono utilizzare una tipologia di abbigliamento più comodo, meno aderente e facile da utilizzare anche una volta scesi dalla bicicletta. Abbiamo utilizzato e provato i capi di GSG della categoria Gravel e le nostre attenzioni si concentrano sul giubbino Grinder e sui bibshort Trailer.

La comodità dei capi gravel non esclude la performance, ma anche il piacere di indossarli una volta scesi di sella
La comodità dei capi gravel non esclude la performance

Protezione e taglio casual

Si tratta di un giubbino molto versatile. Ha un taglio che lo mette al pari di una giacca casual, ma con una fattura e un pool di tessuti tecnici che lo rendono comodo e sfruttabile durante l’attività outdoor sulla bicicletta. Ha il collo particolarmente alto, protettivo e combinato con un cappuccio, entrambi regolabili nel fit grazie agli elastici. Grinder ha una membrana antipioggia e antivento, è traspirante ed ha un carré sulla schiena che agevola la fuoriuscita del calore in eccesso e del vapore.

Nulla è lasciato al caso

Ha una zip frontale lunga, sotto la quale è presente una pattina che ha il compito di aumentare la protezione dal vento. Ha tre tasche, anch’esse chiusa con le zip e sono due laterali basse e una superiore, dal lato sinistro. Il giro vita è customizzabile, grazie ad un inserto elastico che funge come una sorta di orlo.

Un altro vantaggio è dato dal doppio polsino, con la parte superiore che protegge e quella inferiore, con l’asola per il pollice, che rende la manica stabile sul braccio. Il suo taglio comodo e la qualità dei tessuti, rendono questo capo ampiamente sfruttabile in diverse situazioni e con un range di temperatura piuttosto ampio. Può essere utilizzato abbinati ad un intimo tecnico, come schermo protettivo, oppure come vera e propria giacca per la stagione fredda, combinata con una maglia felpata.

La salopette Trailer

E’ un pantaloncino invernale con le bretelle, realizzato con un particolare tessuto che adotta la nanotecnologia. E’ caldo e garantisce al tempo stesso il massimo comfort, grazie alla sua morbidezza e a quel concept protettivo che è tanto apprezzato anche nelle giornate piovose e umide. Infatti, proprio la qualità del tessuto rende il Trailer immune dall’azione di acqua, sporco e fango. Ha le bretelle a taglio vivo e capaci di garantire supporto anche nelle condizioni off-road, inoltre la pannellatura sulla schiena ha delle asole che non bloccano la sudorazione.

Il fondello dei pro’

Un grosso plus è dato dal pad interno Zenith Gold Edition, un vero e proprio top di gamma. È l’ultimo nato in casa GSG, con un fit anatomico è il risultato di anni di sviluppo dei fondelli e dei materiali, anche grazie alle collaborazioni con gli atleti professionisti. Adotta delle spugne ad elevata densità ed è adatto anche per le lunghe distanze. Tornando al pantaloncino, questo ha il taglio vivo nel fondo gamba e sulle cosce presenta due tasche a rete. Sono elastiche e sono molto comode.

giessegi.com

La Passione, arriva la maglia Adventure Cargo Jersey

10.07.2021
2 min
Salva

La Passione, marchio in fortissima ascesa nel settore dell’abbigliamento per il ciclismo, rinforza la sua presenza nel gravel con indumenti di primissima classe come la maglia Adventure Cargo Jersey. Essa offre una spiccata vestibilità grazie al tessuto bioelastico con cui è realizzata, che resiste alle abrasioni e alle macchie. Per rendere la maglia ancora più resistente, La Passione inoltre ha inserito degli inserti rinforzanti sulle spalle e nella schiena, che hanno il compito di resistere a degli eventuali strappi, molto frequenti nei tratti fuoristrada. Molto interessante anche la lavorazione della manica raglan che garantisce una spiccata aderenza, anche grazie all’ “Adventure Grip” nella parte terminale, vale a dire una cucitura a taglio vivo del tessuto Lycra elasticizzato. Una piacevole freschezza invece è garantita dalla fibra traspirante con il quale è realizzato il sottomanica.

Leggera e confortevole

Il principale tessuto utilizzato per confezionare la nuova Adventure Cargo Jersey è il poliammide utilizzato per il 72 per cento del capo, mentre in seconda battuta troviamo l’elastane utilizzato per tutto il resto. A rendere ancora più speciale la maglia invece, annotiamo la sua leggerezza: pesa appena 153 grammi, ed offre un gradevole effetto di traspirabilità sulla pelle, dovuto anche a una rapida asciugatura che avviene non appena si percorrono pochi metri di discesa. Per gli amanti dei lunghi allenamenti c’è anche la possibilità di portare con sé oggetti o più rifornimenti grazie alle ampie tasche sul retro maglia. Le temperature perché la Adventure Cargo Jersey offra le migliori prestazioni vanno dai 18 ai 30 gradi. E’ disponibile in varie colorazioni, il prezzo consigliato al pubblico è di 110 euro.

it.lapassione.cc