Search

Revox e Syntium, a Rimini ammirati due gioielli di Miche

12.09.2021
4 min
Salva

Nel cuore di una fiera italiana non poteva mancare uno dei brand che meglio rappresenta il Made in Italy, Miche. In bella vista ci sono le sue ruote, anche quelle per la Mtb (presentati tre nuovi set: K4 Awr, 966 Spr e Xm-H 30), le stesse che vengono fornite anche all’Androni Giocattoli. Il Dna racing infatti non manca nella casa veneta. Ma per gli appassionati della strada le novità si chiamano Revox e Syntium.

Revox, il carbonio accessibile

Ma se le gamme maggiori, Supertype e Awr non vengono quasi toccate, la vera novità è la gamma Revox.

«Gamma che – spiega il sales manager Paolo Bisceglia – è il nostro entry level in carbonio. E’ una ruota del tutto nuova. Qui è presentata nella versione disco, ma esiste anche in quella rim. Ha un peso di 1.650 grammi e per essere una entry level è molto prestazionale».

Di sicuro è un set dalle caratteristiche moderne. Il cerchio è largo 17 millimetri e il profilo è da 38 millimetri. C’è la tendenza ad andare sui canali più larghi, ma se andiamo ad analizzare le prescrizioni delle normative con un canale 17 potresti installare una copertura fino a 2”! Va da sé che potresti montarci anche un 32 millimetri e avresti comunque una ruota con una rigidità e una prestazione buonissime ad un prezzo al pubblico intorno a 1.300 euro».

Syntium Wr

L’altra novità riguarda l’alluminio ed la Syntium Wr. Quindi Miche ha pensato anche ad ottimizzare e migliorare i prodotti più accessibili e non solo quelli dal prezzo più caro. «E’ un set in alluminio dedicato al freno a disco – conclude Bisceglia – E’ una ruota completamente nuova: cambiano sia i mozzi che i cerchi. Il canale in questo caso è da 19 millimetri e il profilo è da 25». Il peso delle Syntium è di 1.707 grammi la coppia.

Come per l’intera gamma Miche, tutti i mozzi sono fatti in casa: dal corpo ai cuscinetti. Solo nel top di gamma si utilizzano Skf. I portacricchetti sono in titanio per le gamme più alte, mentre sono in acciaio per le altre. I corpetti sono sempre in Ergal. «C’è quindi un grande connubio di leggerezza, prestazioni e capacità meccaniche elevate che sono necessarie per ruote di questo tipo».

Canale interno da 22 millimetri e profilo da 30, offrono stabilità e sicurezza oltre che a un’efficace scorrevolezza
Canale interno da 22 millimetri e profilo da 30, offrono stabilità e sicurezza oltre che a un’efficace scorrevolezza

E sul gravel…

Miche non è certo stata con le mani in mano per quel che concerne il settore gravel. A Rimini ha esposto un’intera gamma, tutta per freno a disco. Si parte da una coppia di ruote (al vertice della gamma) le Carbo Graff che pesano 1.445 grammi e sono in carbonio unidirezionale. Hanno il canale interno da 22 millimetri, un profilo da 30 e una struttura asimmetrica per ottimizzare le tensioni e le forze a cui è sottoposta.

Questo set è tubeless ready, è fornito (a richiesta) con kit tubeless da già montato. Un kit tubeless che è stato sviluppato in Miche. Altro modello gravel è la Graff Sp. Stavolta il cerchio è in alluminio. Cambiano le misure: il profilo è da 25 millimetri e il canale interno da 19, ma la struttura asimmetrica è la “stessa” della sorella maggiore Carbo Graff. Il loro peso è di 1683 grammi la coppia, a fronte di una grande robustezza.


Miche